Vacanze dog-friendly

Breve prontuario per i viaggiatori a due e a quattro zampe

Sono sempre di più le persone che amano viaggiare con il cane ma, purtroppo, non è sempre così facile trovare strutture che riescano a conciliare le esigenze di umani e cani.

Cane che surfa le onde

Ogni anno arrivano le tanto desiderate vacanze che, purtroppo, corrispondono ad un momento in cui l'essere umano raggiunge livelli di dignità così bassi, da farmi provare vergogna di appartenerne.
L'abbandono del proprio cane senza sensi di colpa, ma anzi sentendosi, a volte, obbligati e quindi giustificati a farlo perchè "dove voglio andare non lo accettano". Il gesto dell'abbandono sembra una scelta inevitabile, che bisogna affrontare per poter andare in vacanza. E la cosa mi lascia davvero perplessa e delusa.

Quando il cane non ci può accompagnare in viaggio

Possono esistere delle circostanze  per le quali al cane non è concesso seguirci. Ogni proprietario ha la facoltà di valutare e decidere cosa è meglio per il proprio cane, una cosa è certa: all'abbandono ci sono molte alternative!

Esistono pensioni, asili, centri di educazione che offrono il servizio di custodia degli animali; forse anche famigliari o amici potrebbero essere d'aiuto qualora non si possa portare il cane con noi.
Tuttavia, se manca la volontà di volersi organizzare, abbandonare lungo una strada o davanti ad un canile il proprio cane sembra risultare l'orribile via più facile. 

Turisti mai per caso!

Durante le vacanze/trasferimenti, ammesso che si voglia e possa portare il cane assieme, la possibilità di trovare una sistemazione è possibile.

Sono sempre di più le strutture ricettive (appartamenti, hotel, campeggi) che acccettano animali. Concordo sul fatto che, a volte, non è così semplice scovare delle strutture sia che accolgano serenamente animali e sia che riescano a conciliare le esigenze di tutti gli elementi del gruppo. Certamente, è richiesto adattamento, assieme ad una certa flessibilità e disponibilità a variare se necessario la destinazione o la prenotazione finale che ci si era prefissati.
Nella ricerca della destinazione ideale, ci si può affidare ad agenzie specializzate oppure (per le persone più tecnologiche) ricercare tra i vari siti esistenti.

Strutture pet friendly 

Albergo e hotel

Ci sono strutture alberghiere pet friendly che riservano una parte delle camere esistenti, ai soli ospiti che pernottano con il cane: solitamente vengono proposte senza moquette, con balconcino, con ciotole o cuscino a disposizione e sono soggette ad una pulizia più specifica.

Ma non è tutto, ci sono hotel che dispongono anche di una sala per i pranzi/cene riservata agli ospiti che desiderano o che hanno la necessità di avere il cane sempre accanto; possono esserci presenti anche delle apposite aree verdi esterne (nelle quali si può accedere liberamente con il cane in sicurezza) oltre alle piscine ad uso riservato dei cani!

Un serivizio a mio avviso molto utile, che ho avuto modo di conoscere presso un hotel, è di registrare al check-in tutti i dati del cane e di comunicarli alle associazioni e strutture limitrofe, ad esempio uffici del turismo - servizio forestale - canile - enti di recupero degli animali - ecc... Nel caso il cane venga smarrito e recuperato da uno di questi enti predisposti (o da un privato che in ogni caso si rivolge ad un'ente di questi citati) immediatamente si riesce a risalire al proprietario e all'hotel nel quale alloggia. 

Campeggio

Se si opta per un campeggio, invece, la presenza del cane deve essere autorizzata. Di norma ci sono alcuni locali nei quali si può alloggiare con il cane; anche nel campeggio, giustamente, c'è un apposito regolamento da rispettare che prevede di circolare con il cane al guinzaglio, di raccoglierne le deiezioni, di presentare il libretto delle vaccinazioni e di evitare di frequentare con il cane i luoghi comuni del campeggio o situazioni nelle quali la presenza del cane limita la libertà e la sicurezza degli altri ospiti.

Appartamento

L'appartamento, probabilmente, è la soluzione che permette maggiore garanzia di accomodare tutta la famiglia. Il locatore ci informa sull'accettazione o meno degli animali ma in linea di massima, in appartamento, gli animali vengono accettati.  In ogni caso, è nostro dovere gestire il cane con responsabilità e rispetto nei confronti degli ambienti interni/esterni e l'eventuale vicinato.

Cosa serve per andare all'estero con il cane

Per poter varcare i confini degli stati europei, generalmente, per il cane sono richiesti:

  • vaccinazione antirabbica
  • passaporto 
  • microchip (o tatuaggio) regolarmente registrati
  • libretto sanitario nel quale sono registrati vaccinazioni e trattamenti antiparassitari effettuati

Io vi consiglio, tuttavia, di informarvi con cura sulle eventuali diverse normative che possono essere presenti nel paese di destinazione: questo per evitare spiacevoli disagi e incomprensioni alle frontiere.

Il cane esploratore:

  • a bordo di una nave

Per quanto riguarda il navigare, è doveroso informarsi sull'accettazione o meno degli animali a bordo, perchè non tutte le compagnie marittime lo prevedono; qualora gli animali siano ben accetti, le possibilità di trasporto possono essere in cabine apposite, in gabbie ubicate nei ponti della nave oppure a bordo della proprio auto parcheggiata nell'apposita stiva.
Anche in questo caso, ogni compagnia prevede dei personali regolamenti: in alcuni casi si può anche passeggiare durante la tratta purchè il cane abbia museruola e guinzaglio, in altri il cane non può mai uscire dall'apposito box. Vi consiglio di accertarvi bene, delle condizioni obbligatorie, alle quali il cane dovrà eventualmente viaggiare. Anche per il passeggero a quattro zampe è obbligatoria la carta d'imbarco. 

  • volare in aereo

In questo caso la regola generale che vige è, oltre ai regolari trattamenti antiparassitari e vaccinali, il peso; a seconda del peso il cane può viaggiare con il proprietario in cabina oppure in stiva, fatta eccezione per i casi in cui la presenza del cane deve tassativamente essere autorizzata. Informarsi per tempo su tutti i dettagli e le prassi di volo previste, in quanto, possono variare molto a seconda delle normative del paese di destinazione o da accordi nazionali e internazionali. 

  • il cane pendolare

In treno, il cane di piccola taglia può viaggiare purchè al sicuro nel trasportino (spesso vengono previste misure massime dei trasportini ammessi in carrozza). Fino ai 10kg, è frequente che il cane viaggi gratis. 

Il cane di grandi dimensioni, invece, oltre all'obbligo della museruola e del guinzaglio, non è sempre ben accetto: alcune compagnie ferroviarie ammettono amici a quattro zampe in determinate carrozze o in orari pre-stabiliti. Anche in questo caso, il libretto sanitario, accompagna il cane e deve essere aggiornato con tutte le vaccinazioni effettuate. Al momento della prenotazione è obbligatorio specificare la presenza del cane, in quanto (soprattutto per i cani di grande taglia) i posti possono essere limitati. 

On the road: cani su quattro ruote

Senza problemi, invece, il viaggio in auto! Le modalità di trasporto e le normative previste sono numerose e in continuo cambiamento, per questo seguirà un articolo dedicato a riguardo.
Qualora viaggiate in auto, mi raccomando agli accorgimenti di base:

  1. il cane deve essere messo in sicurezza e non saltellare libero nell'abitacolo
  2. i documenti del cane devono essere sempre a disposizione di controlli o situazioni di emergenza. Libretto sanitario, passaporto, certificati veterinari sullo stato di salute, varie eventuali previste per entrare in paesi extra europei.
  3. non lasciare il cane da solo in auto, in particolare se esposto a sbalzi termici
  4. portare con sè il necessario per garantirgli confort durante il viaggio, in termini di acqua, cibo, soste e tranquillità

Cani bikers e ciclisti

Per muoversi con il cane in moto o in bici, è necessario munirsi di apposito trasportino o di carrellino omologati e atti a quello specifico utilizzo. Documenti del cane, aggiornati e sempre con voi. 

È assolutamente sconsigliato, oltre che vietato, improvvisare trasportini fai da te: le sollecitazioni e i pericoli che accompagnano una tratta in moto, sono molte e imprevedibili pertanto è obbligatorio acquistare una gabbia/trasportino/contenitore/borsa per animali previsti dalle normative. Ovviamente dovrà essere tutto ben fissato e non sporgere dal mezzo, per una questione di sicurezza generale; inoltre dovrà garantire una corretta ventilazione e può prevedere un imbottitura per salvaguardare il cane durante il passaggio delle ruote su fondo dissestato. 

Molto importante, se amate viaggire in moto e portarvi il cane, abituatelo fin da piccolo o comunque gradualmente; concedetegli le dovute soste e fornitegli acqua o cibo quando necessario. 

Per muoversi pedalando con il cane, è indispensabile attaccare alla bici un apposito carrellino dentro al quale il cane starà al sicuro e potrà godersi il viaggio. 

E quindi si parte?

Sono riuscita a convincervi che le vacanze con il cane sono fattibili?
Dal punto di vista del trasporto, al momento della prenotazione di eventuali biglietti, è doveroso informare della presenza dell'animale e informarsi sulla normativa relativa che può prevedere determinate prassi da assolvere per tempo (ad esempio vaccinazioni specifiche).

Se il cane soffre durante il viaggio, ci sono dei prodotti specifici anche naturali, che possono essere somministrati. Chiedete al vostro veterinario di fiducia, il quale vi prescriverà un supporto per l'ansia o il malessere del cane nel formato di pastiglie, collari, gocce, spray. 

Nella scelta della destinazione e della struttura che vi ospiterà, accertatevi che i cani siano accetti e, consiglio personale, effettuate una piccola ricerca sulle proposte di attività e turismo del loco. Il cane potrà seguirvi nelle visite di musei, castelli, attività esterne, escursioni, parchi, e quanto altro? Per esperienza personale, ci sono paesi nei quali i cani, purtroppo, ancora non sono molto accettati. Vi potreste trovare divieti di accesso al cane ovunque: dal parco verde, alla spiaggia, dal sentiero di montagna (se la zona è, ad esempio, considerata parco naturale, spesso nemmeno con guinzaglio e museruola il cane vi può accedere), al parco divertimenti. 

Qualora, per giustificati e personali motivi, il cane non vi segua in viaggio, sicuramente una pensione o qualche persona amante degli animali potrà garantire compagnia, divertimento e una calda cuccia per il vostro tesoro a quattro zampe.

Dove portare il vostro amico peloso quest'anno?

Io amo la montagna e il cane, in quanto elemento della nostra famiglia, ci accompagna sempre! Vi garantisco che non hanno prezzo le nuove esperienze che ha l'opportunità di affrontare e il tempo di qualità che durante la vacanza  può essergli dedicato!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi o lascia un tuo commento

Il contenuto di questo campo sarà mantenuto privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Dichiaro di aver letto l’informativa ex art. 13 dlg 196/03 e di accettare i termini in essa esposti. I dati raccolti a seguito della compilazione del presente modulo possono essere utilizzati per rispondere al messaggio. Il messaggio inviato verrà pubblicato secondo le norme stabilite nel regolamento del sito. La compilazione del modulo è facoltativa ma per la pubblicazione è necessario inserire un proprio indirizzo email valido. I dati indicati con un * sono obbligatori per poter effettuare l'invio del messaggio.

Clicca qui per ulteriori informazioni