Stage di Dog Dance e di Tellington TTouch

Resoconto degli ultimi stage svolti al centro cinofilo 

Due discipline completamente diverse ma unite da uno stesso obiettivo: il benessere del cane

Cane iperattivo che mantiene la calma vicino ad una persona sconosciuta

Perché partecipare ad uno stage

Il centro cinofilo ha programmato una serie di stage, affidati ad istruttori esterni specializzati, che vanno a proporre delle discipline tutte diverse tra loro. Dalla dog dance, al treibball, dal disc dog, al Ttouch, dal nosework, all'attivazione mentale.

Che utilità ha lo stage:

  • conoscere una nuova disciplina o approfondirla
  • confrontarsi e discutere con un istruttore specializzato su alcuni aspetti del proprio cane
  • mettersi in gioco con il cane in attività nuove che, potrebbero rivelarsi utili e costruttive, anche nella risoluzione di problematiche comportamentali
  • trascorrere una giornata diversa, dedicata al proprio cane, al fine di rafforzarne la relazione
  • divertirsi

Lo stage di Dog Dance

Tenutosi in data 13/10/2018 si è rivelato un mix di divertimento, risate ma anche impegnativo lavoro in campo. Spesso la dog dance viene erroneamente intesa come un improvvisare una danza con il proprio cane; in realtà, si tratta di una disciplina che richiede costanza e determinazione. 

Alle coreografie con la musica, ci si arriva dopo aver ben confermato una serie numerosa di tricks con il proprio cane. Lo slalom tra le gambe, il salto sul proprietario, il salto delle gambe, l'orsetto, il cane sulla schiena, il cane che esegue delle condotte avanti e indietro aggirando ostacoli. Le coreografie vengono definite quando i tricks scelti vengono svolti in una successione fluida e coordinata. 

Durante lo stage, l'istruttrice Alessandra Vicentini, ha saputo con semplicità e competenza, coinvolgere tutti le coppie umano-cane: ha proposto tricks adeguati ad ogni cane, allineati alle esigenze del caso, mettendo tutti i partecipanti a proprio agio. Al cane più timoroso è stato proposto il salto del cerchio, tenuto basso, senza forzature ma confermando i giusti rinforzi al momento opportuno; i più esperti hanno perfezionato condotte e slalom.

CerchioSalto

A fine giornata non era richiesto che ogni cane uscisse in grado di eseguire dei tricks: semplicemente, la priorità era il divertimento del cane e del suo proprietario e l'aver inserito nel loro bagaglio una nuova esperienza da rafforzare poi a casa. I partecipanti hanno avuto modo di acquisire nuove competenze ed esercizi che, proposti nella vita quotidiana, si rivelano delle attività che impegnano fisicamente e mentalmente il cane.

OrsettoSchiena

Cliccando nel link seguente "Stage di Dog Dance" avrete modo di visionare le foto della giornata svolta al centro cinofilo. 

Stage di Tellington TTouch

Si è svolto nella giornata di domenica 21 ottobre, per la seconda volta, a cura di Patrizia Isoletta, practitioner 1 del metodo. Uno stage affascinante, durante il quale empatia e rispetto vengono portati a livelli molto alti. 

Il metodo americano Tellington, è una continua sorpresa nei risultati. Personalmente ritengo che sia uno stile di vita, prima di un metodo; adottare questo tipo di approccio con il cane, significa portare la relazione ad una qualità elevata in termini di comprensione, rispetto, gestione.

Allo stage abbiamo avuto modo di affrontare la gestione di cani con ansia da separazione; cani che risultano impossibili nella condotta; cani timorosi e diffidenti al punto da non riuscire nemmeno ad avvicinarli. L'istruttrice, ha iniziato lo stage con una presentazione del metodo e a seguire la storia di ogni cane. La maggior parte erano cani che hanno vissuto in canile o che presentavano dei traumi profondi. 

Per ognuno di loro è stato scelto il tocco e il bendaggio più idoneo.

  • Jack per parte della mattinata ha abbaiato, ansimato e non è riuscito a ritrovare la calma. È stata applicata una fascia elastica sulla testa, modificato l'aggancio in condotta, gli sono stati proposti dei tocchi leggeri rilassanti in determinati punti, che gli hanno permesso di rallentare la respirazione e fidarsi della situazione. La foto seguente è il risultato: Jack, per la prima volta nella sua vita, è riuscito a mantenere la calma in un ambiente esterno alla sua casa.
Jack nello stato di calma
  • Gastone, con alcuni problemi di salute. È stato adottato e trascorre delle ore a casa da solo. Quando il proprietario rientra a casa, è in uno stato di agitazione e iperattività incontrollabile. Le passeggiate sono un momento stressante in quanto, Gastone, concentra tutto il suo bisogno di uscire e scaricare tensioni, noia e stress. Gli è stato proposto un cambio nella condotta: doppio aggancio alla pettorina ad H abbinato a comunicazione chiara e posture decise e sicure. Ha camminato nel percorso della fiducia senza trainare nessuno. 
Gastone e la condotta
  • Maggie: timorosa e diffidente ha seguito un percorso di accrescimento della propria autostima ed è riuscita a reggere il gruppo di persone e cani senza grossi problemi. Il TTouch le è stato di aiuto per l'aspetto condotta e bendaggio: una benda avvolta attorno al suo esile corpicino, le permette di sentirsi protetta e contenuta, le infonde maggiore sicurezza. Invece di tirare e camminare a zigzag per sfuggire, con la nuova condotta a doppio aggancio è riuscita a calmarsi e a focalizzarsi con attenzione sulla comunicazione della proprietaria tramite il guinzaglio. 
Maggie in condotta
  • Lilla e Adi: due cani ansiosi con molte paure verso temporali, persone, distacco dal proprietario. Patrizia ha proposto loro dei bendaggi sulla zona della testa, tocchi alle orecchie e su tutto il corpo. I tocchi non vanno improvvisati, ma eseguiti abbinando respiro e posture. Questo approccio dovrà divenire un rito quotidiano, che infonde sicurezza in entrambi i cani. Le bende devono essere associate a stati di calma, fiducia, protezione e sicurezza. Con Lilla è stata corretta anche la condotta.
Adi e i bendaggiLilla e il bendaggio
  • Joy, un cane estremamente diffidente che non ama essere manipolato da estranei. Dopo quattro anni di convivenza con la sua mamma umana, è riuscito a concedere un pò di fiducia ma permane ancora un carattere diffidente ed insicuro, dovuto al suo passato. Il TTouch l'ha coinvolto con dei bendaggi e con approcci nuovi, tramite l'ausilio di strumenti quali piume, spugne e similari. Ha saputo anche lui rilassarsi, si è sentito compreso e rispettato nei tempi, la foto riassume tutto.
Joy nel percorso della fiducia

 

Cliccando nel seguente link "Stage TTouch" è possibile visionare tutte le foto della giornata.

Rispondi o lascia un tuo commento

Il contenuto di questo campo sarà mantenuto privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Dichiaro di aver letto l’informativa ex art. 13 dlg 196/03 e di accettare i termini in essa esposti. I dati raccolti a seguito della compilazione del presente modulo possono essere utilizzati per rispondere al messaggio. Il messaggio inviato verrà pubblicato secondo le norme stabilite nel regolamento del sito. La compilazione del modulo è facoltativa ma per la pubblicazione è necessario inserire un proprio indirizzo email valido. I dati indicati con un * sono obbligatori per poter effettuare l'invio del messaggio.

Clicca qui per ulteriori informazioni